GraziaSpera.it

A+ R A-

attività clinica

AREA DELL'ETA' ADULTA

 

Ho bisogno di una psicoterapia?

La decisione di rivolgersi ad uno psicoterapeuta può nascere da motivi di insoddisfazione e da cause diverse:
  • Confusione causata dal vivere ripetutamente relazioni interpersonali autodistruttive
  • Dover fronteggiare sintomi psicosomatici cronici come emicranie, insonnia, ulcere, stitichezza, tachicardia etc.
  • Insorgenza di ansia, attacchi di panico
  • Uso di sostanze che creano assuefazione nel tempo (ansiolitici, droghe, alcool, gioco d’azzardo etc.)
  • Affrontare un cambiamento di vita (casa, lavoro, matrimonio, nascita di un figlio, menopausa etc.)
  • Elaborazione di un lutto recente (morte, separazione, malattia etc.)
  • Acquisire una migliore conoscenza di sé per migliorare complessivamente la qualità della propria vita attraverso una maggiore consapevolezza
Iniziare una psicoterapia è una decisione da valutarsi accuratamente, poiché richiede impegno, energie e denaro. Spesso, accade che la resistenza più forte ad intraprendere una terapia sia legata alla riluttanza ad ammettere “di non riuscire a farcela da soli”. In questo caso, il primo passo per determinare razionalmente il grado di serietà del proprio disagio è non dimenticare che la gravità di una situazione non risiede nel problema in sé, ma nelle sue conseguenze che disturbano la nostra esistenza. Nella psicoterapia si possono ottenere risultati positivi solo se si è motivati ad affrontare responsabilmente e con un atteggiamento attivo i propri problemi, insieme al terapeuta.

 

Come decidere

Molte persone rimandano la decisione di affrontare un problema nella segreta speranza che la difficoltà si dissolva da sola nel nulla, o che un nuovo evento cancelli la situazione di disagio. In realtà, le problematiche tendono ad accumularsi piuttosto che a risolversi. La cosa migliore è non sottovalutare il messaggio emesso dai nostri vissuti emotivi o dai nostri sintomi fisici, così da decidere in tempo utile quali iniziative intraprendere (E. Giusti, 2002).

 

Sostegno Psicologico per i disturbi della sfera affettivo-emotiva nell’età adulta:

  • Disagio relazionale (problemi di coppia e familiari)

 

L’intervento in età adulta prevede:

  • Facilitazione dell’esplorazione del mondo interno della persona e del modo nel quale sperimenta e desidera sperimentare il mondo relazionale
  • Approfondimento della problematica per collegare l’espressione della sintomatologia ai modi di essere profondi del sé
  • Sviluppo del potenziale personale e della realizzazione di sé (autostima)